+39 0575 403066 upmagazine@atlantideadv.it
Seleziona una pagina

#08 Primavera 2019

Maria Maddalena, il capolavoro riscoperto

Da opera minore, defilata in prossimità della sagrestia e per anni seminascosta dall’ingombrante cenotafio in memoria di Guido Tarlati,a mirabile compendio di femminilità, realismo e naturalezza. L’affresco, custodito all’interno del Duomo di Arezzo, ha trovato il giusto riconoscimento artistico solo negli ultimi decenni, dopo diversi restauri. Oggi è considerato uno degli esempi più fulgidi del genio pierfrancescano

“Sono Piero della Francesca. E do responso a le demande”

Il genio di Borgo Sansepolcro si concede per la prima volta
ai taccuini di un giornalista. Dall’enigma sull’anno di nascita al pepato incontro tra il fratello Marco e Bonanna Bacci, la modella della Maddalena. Intervista impossibile, ma verosimile, a un maestro della pittura (e del sottile umorismo)

La leggenda della Vera Croce

È “il” legno il protagonista: quello dell’albero più antico, quello fra le cui venature era scorso il sangue di Cristo, quello in grado di accompagnare attraverso la morte e ridare la vita. Un lungo, intenso e straordinario viaggio per immagini, fra geometria,estetica e simbolismo. Sospeso fra storia e… leggenda

Madonna del Parto, omaggio alla femminilità

A Monterchi, a metà strada tra Arezzo e Sansepolcro, i visitatori possono ammirare la Madonna del Parto, sintesi del pensiero teologico, scientifico e artistico del Rinascimento. Considerata una delle opere più fascinose di Piero della Francesca, è la celebrazione austera e solenne della maternità

La Resurrezione, il dipinto più bello del mondo

La presenza della Resurrezione risparmiò Sansepolcro dai bombardamenti nella Seconda Guerra Mondiale. Il motivo? Il visionario autore britannico Aldous Huxley l’aveva definita “la miglior pittura di sempre”. E il capitano Anthony Clarke, che aveva letto il testo, ordinò il cessate il fuoco. I sette aspetti per cui l’opera rappresenta un capolavoro che “salva” l’uomo anche nel 2019

Saverio Luzzi, riflettori sulla Cattedrale

Dopo aver contribuito al restauro della Maddalena, l’associazione Lions Club Arezzo Host parteciperà ad un’altra iniziativa importante per la città: l’illuminazione del campanile del Duomo con sei proiettori al led, che lo renderanno visibile anche di notte su tutto il territorio. Il presidente Saverio Luzzi ci racconta come e perché è nato questo ambizioso progetto

Luigi Lucherini, l’arte dell’ingegnere

Vendicò un affronto con un regalo alla città. La telefonata a Berlusconi, il particolare incontro col maestro Muti e il concerto dell’orchestra filarmonica della Scala nella basilica di San Francesco. divoratore seriale di libri, Luigi Lucherini ha dedicatola vita a sfoggiare la sua aretinità

Vittorio Sgarbi, Sgarbi e abbracci

irascibile, polemico, protagonista di infuocate risse televisive, ha la straordinaria capacità di ammaliare le persone con le sue lezioni di bellezza. Il critico d’arte più noto d’Italia ama Piero della Francesca per la sua “sofisticatezza intellettuale”, adora Arezzo perché è una miscela di culture, detesta i politici senza sensibilità. In questa intervista ci ha parlato di Dio, scuola, prospettive e rimpianti. E lo ha fatto a modo suo

Terra di Piero Arezzo

Un locale a due passi dai capolavori di Piero, diventato luogo di riferimento in piazza San Francesco, cuore del centro storico che sa coniugare aretinità e ospitalità, snodo cruciale della vita notturna e gioiello tra i più apprezzati dai turisti. Cristiano Duranti l’ha aperto diciotto anni fa ed è stata una scelta felice: “Prodotti di prima qualità, vino buono, compagnia. Questa è una vecchia bottega moderna. Ed è la mia vita”