+39 0575 403066 upmagazine@atlantideadv.it
Seleziona una pagina

UP People

L’avvocato dell’innovazione

Gianluca Parreschi aiuta le aziende con elevato potenziale di sviluppo a reperire risorse per la crescita nei settori fashion, chimico, tecnologico, vitivinicolo e del food design. “Le imprese attente ai valori di sostenibilità ambientale producono gli utili maggiori e la mia passione è scoprire le startup più innovative. Il segreto? L’istinto e la bellezza della Toscana”

Gianluca Parreschi lavora tra Arezzo, Londra e Milano. Aretino, è un avvocato specializzato in diritto ambientale e consulenza legale nell’ambito delle attività di investimento in aziende con elevato potenziale di sviluppo (private equity) e in fase di start up (venture capital). Vive qui con la famiglia, nella sua città di origine, dove riesce a mantenere un perfetto equilibrio tra professione e sfera privata, circondato dalla campagna aretina.

In tribunale punta a non andarci e a non fare arrivare mai a processo i suoi clienti. L’avvocato d’impresa, infatti, supporta l’imprenditore nelle fasi decisionali per limitare al massimo gli errori di valutazione che possono dar luogo a contenziosi. L’altro settore di attività di Parreschi è quello finanziario, cioè di aiuto nel reperimento delle risorse per la crescita dell’impresa, favorendo lo sviluppo di aziende del territorio nei settori fashion, chimico, tecnologico, vitivinicolo e del food design (disciplina moderna legata alla progettazione innovativa di alimenti oltre che di utensili e arredi legati al cibo).

“La mia funzione di anticipare gli scenari finanziari futuri mi ha portato a specializzarmi in sostenibilità ambientale come elemento di sviluppo per le aziende”, dice Parreschi. “Le aziende che hanno maturato una sensibilità verso le tematiche ESG (Environmental, Social, Governance, cioè ambientale, sociale e gestionale) sono quelle che producono maggiori utili rispetto ad omologhe aziende non ESG: hanno più facilità di accesso al credito bancario, sono più ambite rispetto alle altre e hanno maggiori possibilità di ottenere fondi di private equity. Inoltre statistiche e studi sul tema della sostenibilità dicono che i ragazzi di oggi, che saranno i consumatori di domani, consapevoli e attenti, preferiranno acquistare prodotti di aziende ESG. Non ottenere questo tipo di riconoscimento potrebbe costituire, quindi, un fattore di discriminazione per le imprese, che rischierebbero di uscire dal mercato. Tramite lo studio associato Union Legal, di cui faccio parte assieme ad altri colleghi di Arezzo e Milano, garantiamo una copertura consulenziale a organizzazioni prevalentemente del Centro Italia e ci occupiamo di valutazioni finalizzate ad accertare il livello di compatibilità delle aziende ai parametri ESG: alle imprese più attente al rispetto delle tematiche, oggetto del report di sostenibilità, conferiamo la certificazione ESG”.

E come Gianluca Parreschi riesce a coniugare la sua attività, così dinamica, con la vita in una città di provincia?

“Poter lavorare a Londra e Milano e abitare in Toscana è il massimo. Non potrei fare a meno dell’arte e della femminilità, sono per me fonti di stupore e ammirazione continua e trovo che la bellezza sia nascosta nelle piccole cose. Vivere ad Arezzo è un gran privilegio: al mattino mi basta aprire le finestre di casa per ricevere una vera e propria iniezione estetica che mi dà la carica per tutta la giornata. Mi rende orgoglioso sapere che ad Arezzo vengono prodotti i gioielli e gli accessori di moda qualitativamente migliori del mondo. Dentro capannoni anonimi si celano talenti, genialità e abilità impareggiabili tipicamente italiani, e anche questa per me è bellezza. Nel mio lavoro ho avuto spesso l’occasione di svolgere una vera e propria attività di scouting con le start up: avendo contatti con importanti investitori, oggi vengo cercato da imprenditori che hanno bisogno della mia consulenza per analizzare le opportunità di crescita e tararne al meglio il piano di sviluppo. Nel valutare il potenziale di un’azienda mi fido principalmente del mio istinto: mi rendo conto sin da subito se c’è una base su cui investire e, quando la trovo, faccio del mio meglio per far sì che quest’azienda riceva il capitale necessario per crescere”.

L’avvocato Parreschi saluta con una personale considerazione sul post emergenza: “Nei momenti di grande crisi nascono grandi opportunità. Dalle calamità l’ingegno umano ne è sempre uscito con nuove idee, nuovi prodotti, nuove filosofie, nuove cure. Nei prossimi anni avremo il piacere di assistere alla nascita di innovazioni, il talento italiano ci salverà”.

Matilde Bandera
Matilde Bandera
Matilde Bandera
Project manager entusiasta, multitasking per DNA, ballerina per vocazione.
Scrivo un diario da quando avevo più o meno 6 anni, credo ancora nelle favole
e coltivo sogni colorati nel mio piccolo giardino.