Home Autori Scritto da Mattia Cialini

Mattia Cialini

Mattia Cialini
38 POSTS 0 Commenti
Mattia Cialini Giornalista, nativo precario. Pratico sport estremi: ho un mutuo. Di bufala adoro solo le mozzarelle. Vivo di passioni, faccio mille cose e qualcuna addirittura mi riesce. Mi manca il tempo che vorrei perdere tra nuvole di Habanos

(Buon) Gusto. Storia di una rivoluzione

L'alchimia dei tre fratelli stilo dietro il successo de Le Chiavi d'Oro, punto di riferimento per la ristorazione aretina dal 2007. ricette moderne e design innovativo: una scossa nel panorama gastronomico cittadino

L’impresa preziosa di Fadi

è Partito dalla Giordania con un sogno: frequentare il Margaritone e diventare orafo di successo. l'incredibile avventura di fadi raslan, titolare di Loren ed Ellius: Si innamorò del mestiere a 16 anni, quando un gioielliere di Irbid gli parlò di Arezzo, poi Gli studi di medicina a Kiev (perché così voleva il padre), quindi la partenza per l'Italia. Anni in Sicilia a vendere bigiotteria e infine l'arrivo in Toscana. La scalata è partita da un garage in via Mincio

“Sono Piero della Francesca. E do responso a le demande”

Il genio di Borgo Sansepolcro si concede per la prima volta ai taccuini di un giornalista. Dall'enigma sull'anno di nascita al pepato incontro tra il fratello Marco e Bonanna Bacci, la modella della Maddalena. Intervista impossibile, ma verosimile, a un maestro della pittura (e del sottile umorismo)

La Resurrezione, il dipinto più bello del mondo

La presenza della Resurrezione risparmiò Sansepolcro dai bombardamenti nella Seconda Guerra Mondiale. Il motivo? Il visionario autore britannico Aldous Huxley l'aveva definita "la miglior pittura di sempre". E il capitano Anthony Clarke, che aveva letto il testo, ordinò il cessate il fuoco. I sette aspetti per cui l'opera rappresenta un capolavoro che “salva” l'uomo anche nel 2019

Cristina Squarcialupi – L’essenziale è invisibile agli occhi

Un cognome ingombrante e una vita finora lontano dai riflettori. Cristina Squarcialupi, figlia di Sergio, ha in mano le redini della Lasi ed è vice presidente di Unoaerre. Filosofia calvinista del lavoro, ha scelto Firenze per vivere. “Lì sono una delle tante”. E per una volta si apre: la responsabilità delle aziende, il marito, la famiglia, la passione per l'arte, il nuoto e lo yoga. Il primo lavoro? “La restauratrice”

Cecco è morto, viva Stefano

Le innumerevoli vite di Stefano Cesari: il successo con la rock band De Corto, Bologna negli anni ‘80, il teatro, le poesie. E poi l’amore per moglie e figlie, i romanzi, la passione per le erbe officinali. Artista senza confini, factotum per necessità, laureato a 51 anni: l’incredibile storia di chi, giovanissimo, lasciò di sasso lo studio del Costanzo Show

Game, set, match: la riscossa a 40 anni

All'inferno e ritorno: Daniele Bracciali, riabilitato dopo l'assoluzione nel processo scommesse, è tornato vincente nel doppio in un torneo Atp e vive una seconda giovinezza. ad up si racconta con serenità: “Il mio esordio? A 17 anni, in Austria. Avevo perso l'aereo, ho rischiato di non giocare”. E poi la scalata al ranking mondiale, il grande talento, i passaggi scanzonati, l'amicizia con Federico Luzzi. Nel 2015 l'inizio dell'incubo: “Molte persone si sono allontanate, questa storia mi ha insegnato quali siano quelle su cui contare”. adesso si gode il momento, i prossimi tornei, il figlio Niccolò. Con la calma del marinaio che ha superato la tempesta

Lo scrigno dei desideri oltre il Natale

L'Art Cafè è un luogo difficilmente incasellabile: "comfort zone" quotidiana per una tazzina o un pasto veloce, ma anche vetrina di prelibatezze, enoteca e champagneria, Che con l'approssimarsi del 25 dicembre diventa una vera Disneyland dell'enogastronomia, con allestimenti creativi e temporary shop ingegnosi. Sugli scaffali le eccellenze dei panettoni, la miglior frutta ricoperta, cioccolato da urlo e bollicine da capogiro. Garantisce Matteo Peruzzi, che ha selezionato prodotti e produttori, uno a uno

Come ti climatizzo 100mila tende nel deserto arabo

La base italiana della Seeley International è a Policiano. qui è stata imbastita l’operazione che ha cambiato la prospettiva del gruppo australiano: installare 44mila condizionatori a Mina, fuori dalla Mecca. la città è detta Tent City perché ospita la tendopoli più grande del pianeta, dove ogni anno alloggiano i tre milioni di pellegrini dell'Hajj musulmano

L’uomo che fa parlare il vino

L'irresistibile ascesa del sommelier aretino LucaMartini, partito dall'Osteria "da Giovanna" e salito sul tetto del mondo dei degustatori. In mezzo l'amore per Londra, le esperienze ai quattro angoli del globo, la consacrazione professionale. E poi una società di consulenze, un blog e un libro. Il futuro? “Non lo so. forse Aprirò un chiringuito sulla spiaggia, di sicuro un giorno tornerò ad Arezzo”